Skip to content

Che incubo!

ottobre 25, 2005

Computerworld riporta una storia che se non vedesse come protagonista PWC avrei classificato come “nota di colore”. Invece pare che – a seguito della richiesta di non spendere un centesimo! – l’IT manager giapponese abbia adottato OpenBSD per sostituire una infrastruttura basata su Windows ed ormai al collasso. In realta’ pare che il signor Uemura, allora System Administrator, sia stato promosso sul campo IT Manager per il brillante risultato conseguito ed attualmente coesistano server OpenBSD e Windows. Perche’ una simile mossa? Perche’ non avevamo scelta, dice, ma io preferisco leggerlo “perche’ non avevamo piu’ un centesimo da spendere”.

Annunci

From → tech

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: